Intervista alla scrittrice Elisa Baiocchi

Elisa Baiocchi: intervista alla scrittrice

 

Baiocchi elisa online amazon google Apple store

  • Parlaci di te, autore: Mi chiamo Elisa Baiocchi, sono nata e cresciuta a Grosseto, cuore della Maremma. Nel 2008 mi sono laureata all’Università degli Studi di Siena in Economia dell’Ambiente e del Turismo. Attualmente collaboro con la rivista mensile “Maremma Informa”, occupandomi della rubrica “in 50 parole” dove recensisco libri.
    Fin da piccola sono sempre stata una grande amante della lettura, passione che mi ha spinto, infine, tra le braccia della scrittura. Ho pubblicato il mio primo romanzo nel 2016 in ebook e nel 2017 finalmente anche in versione cartacea.
  • Qual è il titolo del tuo libro? Indaco, saga Terra Rossa. L’intera saga sarà composta da cinque libri.
  • A quale genere appartiene? Fantasy.
  • Link per reperire il tuo scritto online: È disponibile in ebook su moltissime piattaforme come Amazon, Kobo, Applestore, Googlestore, IBN ecc… La versione cartacea invece è disponibile solo su Amazon.
  • Parlaci della trama del tuo libro: Cento inverni sono passati dall’ultima sanguinosa guerra che ha scosso la Terra Rossa quando un temibile Cavaliere, Lord Irek il Torturatore, e il suo drago Obscuria riemergono dalle Terre Oscure, portando scompiglio e infrangendo la pace. Sono molti i protagonisti di questo libro: Elden e Gaur, fedeli amici che rincorrono un sogno, quello di entrare nell’Ordine dei Cavalieri di Drago; Eyka una giovane fanciulla che si ritrova tra le mani un Ciondolo magico, il cui destino sembra essere legato a quello dell’intera Terra Rossa. Ramasil, unico Cavaliere di Drago Elfico rimasto accanto agli umani, deciso ad ogni costo a salvarli e Torvash, portatore del Dono degli Occhi, che suo malgrado dovrà rinunciare a tutto per sconfiggere i propri demoni e sopravvivere.
    Un fantasy che miscela tradizione e modernità, atmosfere oscure ed ironia. Amicizie che nascono, altre che appassiscono, litigi, amori proibiti, gelosie e battaglie politiche guideranno i passi di decine di personaggi, tutti protagonisti e uniti da un comune filo rosso: cambiare le sorti dell’intera Terra Rossa.
  • Siamo curiosi, come ti è venuta in mente l‘idea sulla trama e sui personaggi? Questa è davvero una bella domanda. Non ricordo il momento esatto in cui la Terra Rossa ha preso forma, né come i vari personaggi si siano insinuati nella mia testa. Quello che so con certezza è che una volta iniziato a scrivere non sono più riuscita a smettere!
  • Parlaci della copertina: La copertina è stata realizzata da Federico Costantini dell’ Elegant Goat Tattoo Gallery di Pomezia e non smetterò mai di ringraziarlo per la sua disponibilità. E voglio ringraziare anche Andrea De Felice per la digitalizzazione della mappa.
    Da aprile 2018 sarà disponibile il secondo volume della saga Terra Rossa, dal titolo “Ignoto”.
  • Perché le persone dovrebbero decidere di leggere la tua opera? Una delle peculiarità dei libri che costituiscono la saga Terra Rossa è che non troverete un solo personaggio protagonista; man a mano che la storia andrà avanti molti personaggi che all’inizio potevano sembrare marginali acquisteranno un loro spazio, emergendo e travolgendo il lettore con le loro personalità e con il loro pensieri. Ogni personaggio è fortemente caratterizzato, dall’austero, al sognatore, all’eroe all’impacciato che strappa qualche risata al lettore, al romantico, al vile, al perfido … mi piace pensare che in questo modo ogni lettore riesca alla fine in qualche modo ad immedesimarsi in un personaggio, amo l’idea di entrare in contatto con quante più persone possibili, rendendo tutti partecipi delle emozioni e dei sentimenti di chi abita la Terra Rossa. Inoltre ho voluto affiancare a quelle che sono le razze più tipiche del fantasy (umani, nani, troll, orchi, elfi, draghi) anche delle nuove razze di mia invenzione e le fate, in una versione un po’ rivisitata, stuzzicando la fantasia del lettore.
    Inoltre affronto una tematica particolare, quella dell’omosessualità, in genere non trattata nel fantasy, marcandone l’elemento romantico e ponendo l’accento su quelle che sono le difficoltà che queste persone affrontano nell’essere accettate anche nel nostro mondo.

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI A ELISA BAIOCCHI

Precedente Black Out: intervista allo scrittore David Berti Successivo Recensione: Il Respiro dell’albero di Ivan Belloni

One thought on “Intervista alla scrittrice Elisa Baiocchi

I commenti sono chiusi.