Lorena Ciullo: intervista alla scrittrice

Intervista alla scrittrice Lorena Ciullo

  • Parlaci di te, autrice: Sono Lorena Ciullo e oggi mi presento a voi in veste di scrittrice emergente. Ho appena pubblicato su Amazon il primo romanzo della trilogia “Il Monastero delle erbolarie. Il destino di Healer”. 
  • A quale genere appartiene il tuo romanzo? Il romanzo è ascrivibile a pieno titolo al genere fantasy epic. Infatti è un intreccio di elfi, tiefling, erbolari ed erboristi. 
  • Come è stato pubblicato? Ho deciso di pubblicare su Amazon, perché è una piattaforma che offre visibilità anche se sei agli inizi. La mia esperienza con Amazon è stata positiva e ho trovato professionalità e affabilità nello staff di supporto.
  • Di cosa parla il tuo romanzo? C’è un Altrove nel quale vivono gli Erboristi, che sfruttano la natura per i loro fini, e gli Erbolari, che se ne servono rispettandola e non incidendo sul suo corso. Tra le due stirpi vi è una lotta, cruenta e intestina, che dura da sempre. L’Abate Asmodeus, dall’alto della sua tirannia, assoggetta a sé tutte le terre circostanti e prende possesso del Monastero a lungo conteso, facendolo divenire il suo personale regno oscuro. Eileen, Madre degli Erbolari, prova inutilmente a contrastare lo stradominio di Asmodeus, ma la sua missione fallisce miseramente e lei viene accusata di stregoneria e messa al rogo. Saranno le due figlie di Eileen, Healer e Ienis, a cercare di vendicare la morte della madre e a riprendere il dominio delle terre, riportando il Monastero tra le mani degli Erbolari. Un fantasy che vi lascerà senza fiato, emozionandovi e coinvolgendovi fino in fondo nelle vicende che vedono contrapposte queste due stirpi. Come finirà? Chi avrà la meglio? La luce vincerà sulle tenebre?
  • Link per l’acquisto: Amazon
  • Come sono nate le idee sulla trama e sui personaggi? L’idea di partenza e sottesa in tutto il romanzo è propriamente questa: La natura, a cui fa parte ogni vivente, può essere codificata, circoscritta e assoggettata o va vissuta immergendosi in essa, come un corpo nella corrente di un fiume? Ecco la Quaestio. Leggendo il romanzo scoprirete da che parte sto e quali motivazioni assurgo per dare ragione alla mia tesi. Il romanzo, a detta delle recensioni, è avvincente, coinvolgente e fluido. Mi sono seriamente divertita nello scrivere e rincorrere i personaggi che ordivano, tramavano e risolvevano enigmi e misfatti. Il romanzo è già in fase di traduzione nella lingua inglese e presto vedrà la luce.

lorena ciullo

ESTRATTO

Desidero regalarvi uno stralcio del Prologo, tanto per assaporare la storia e la sua consistenza.

Prologo

«Con sentenza definitiva, dichiariamo e giudichiamo Eileen eretica, sacrilega e malefica; a capo della setta delle Erbolarie e condannata, come persona diabolica, secondo il comando della Sacra Legge Imperiale e dell’Abate Asmodeus, alla pena capitale, con esecuzione immediata. L’Abate Asmodeus e il Capitolo dei 7. Monastero degli Erboristi, anno 1275 dopo la Caduta di Camlost.»

In cielo, le nuvole, dello stesso colore della notte, riverberavano come in una tempesta il bagliore di fuochi lontani. Nel villaggio dell’Antica Quercia non tutti dormivano. Dalen si rese subito conto di quel che stava accadendo. Era giunto, alle sue orecchie allungate, il verdetto della sentenza. Sarebbe stata eseguita immediatamente. Tuttavia, nulla faceva supporre che, proprio quella notte, lingue di fuoco avrebbero avvolto e consumato il mio corpo.

Con difficoltà, Dalen distolse lo sguardo dalla finestra per posarlo sui volti addormentati di Healer e Ienis. Ignare di quanto stava accadendo, dormivano. I loro sogni si sarebbero interrotti bruscamente, ma non quella notte. Svegliarle, infatti, non avrebbe giovato a nessuno.

Stava accadendo di nuovo, come le Terre che in una sola notte, molti anni prima, erano state violentate e private dei loro Signori per mano dell’astuto Asmodeus. Lo stesso demone che, con l’aiuto della Legione di Astrarom, aveva trucidato trecento quattordici erbolari e rinchiuso nelle segrete la Madre. Prima dell’alba, l’Abate Oscuro si era autoproclamato Signore indiscusso del Monastero e delle Terre annesse a esso. 

 

  • Perché le persone dovrebbero decidere di leggere il tuo romanzo? Perché no? Ahahah Credo che ognuno ha un motivo valido per approcciarsi a questo romanzo, che può essere: trascorre qualche ora di divertimento e pathos puri, o per indagare su una possibile via ecologista non commercializzabile, e ancora per conoscere nuovi personaggi che hanno fatto sognare già molte persone e che mi chiedono di proseguire a scrivere questa storia. Che altro dire? Grazie infinite ai lettori che vorranno leggere l’avventura di Healer e vi aspetto numerosi con le vostre considerazioni e recensioni. Questa è la mia email [email protected] Ringrazio la redazione di Curiosando, che mi ha offerto la possibilità di questa intervista. A presto.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI A LORENA CIULLO

 


Ti ricordiamo che puoi seguirci su: Curiosando – Kaylie Scrittrici –

 Instagram Curiosando – Instagram Kaylie Scrittrici 

NOVITÀ: CANALE TELEGRAM

Iscriviti, con una semplice notifica sul tuo smartphone resterai informato sulle novità o sui nuovi articoli!

Precedente Spazio alle citazioni: servizio gratuito per scrittori Successivo Il Pipistrello Matteo e altre storie: segnalazione