Articolo speciale: una citazione per dirvi grazie!

In occasione del superamento di 500 like della nostra pagina facebook, abbiamo deciso di dare la possibilità agli autori di proporci alcune citazioni tratte dai loro scritti. Di seguito, ne troverete tre che ci hanno colpito di più con i riferimenti agli scrittori e all’acquisto delle opere.

  • Citazione tratta da Fiori di campo, in uscita a ottobre 2017 per Genesis Publishing; scrittrice Martina Ghirardello: 

“Grazie James per avermi fatto scoprire una via d’uscita, perché ti sei preso cura di me e mi hai mostrato il dolore nei tuoi occhi in cui vedo il riflesso dei miei. Grazie per non avermi lasciata sola, perché qualunque fosse il significato di quel bacio hai scelto di rimanere e di scoprirlo con me. Non so cosa nascerà, ma oggi con te ho capito che vale la pena continuare a vivere e che una vita senza ostacoli sarebbe una vita vuota. Il bello degli ostacoli è che possono essere superati se in loro prossimità si incontra uno sconosciuto che per qualche ragione ti vuole dare una mano. Noi siamo legati dal dolore, James, forse anche dalla paura. Non dobbiamo averne, dobbiamo lottare, qualunque cosa succeda, perché là fuori c’è un mondo che ci aspetta, c’è una vita da vivere e non possiamo permettere che la paura ce la porti via. Qualunque sia la tua storia io non scapperò, qualunque sia questo gioco io giocherò, cadremo insieme e ci rialzeremo insieme. Oggi ho capito che nessuno di noi è realmente solo, tutti abbiamo un alleato nella nostra battaglia e la fortuna che abbiamo avuto è stata quella di incontrare il nostro.”

 

  • Citazione tratta da Tra le nuvole, edito da Infilaindiana Edizioni, Link per l’acquisto. Scrittrice Franca Marsala:

“Era alto, era vertiginoso, era avventato, era l’unica via. Lo sguardo fluttuava tra le nuvole, sulla vastità del panorama. Era silenzioso, lassù, molto di più di quanto si sarebbe aspettato. Non era così male, pensò, meglio lì che smarrito tra la gente a cercare una difesa. Bastava essere quieti, serafici e ogni cosa avrebbe trovato la giusta collocazione. Almeno lo sperava. Chiuse gli occhi e si diresse verso l’ignoto.”

 

  • Citazione tratta da Sarah Gilmorelink per l’acquisto su Amazon. Scrittore Fabio Fanelli:

“Ogni volta che Sarah era triste o pensierosa, si rifugiava nella sua stanza, chiudeva la porta a chiave per estraniarsi dal resto del mondo e spalancando la finestra, si sporgeva leggermente in avanti per poter avvertire il vento sul suo volto rivolgendo lo sguardo al cielo quasi volesse reclamare la libertà perduta. Era un’abitudine che aveva fin da piccola quando la madre la sgridava oppure quando si sentiva particolarmente sola. Faceva respiri profondi per esorcizzare le sue paure disperdendole nel vento.
Ma quella sera il cielo si nascondeva dietro nuvole cariche di pioggia. Scendeva copiosa sulla terra, violenta, distruggeva gli ultimi fiori rimasti, danneggiando tutto ciò che la natura aveva faticosamente creato.
l rumore che provocava diventava sempre più forte, era come se il suo stato d’animo prendesse vita; Sarah appoggiò il viso contro il vetro freddo della finestra, le lacrime si fecero strada sulle sue guance per poi cadere pesantemente, una dopo l’altra.
La stanza era illuminata solo da una piccola lampada appoggiata sulla scrivania ricoperta da un numero indefinito di libri che racchiudevano tutte le formule magiche esistenti. Li aveva letti tutti nel disperato tentativo di imbattersi in qualcosa che l’aiutasse a ritrovare Irina, la sua migliore amica, scomparsa dopo la lotta avvenuta contro gli Oscuri. Ma in quei libri non vi era nulla che le potesse servire.
Si sedette sul letto delusa e nello sporgersi in avanti trascinò il baule che teneva nascosto lì sotto, lo aprì ed afferrò il libro che Atena le aveva affidato: il Grimorio.
Ricordava perfettamente il giorno in cui lo ricevette.”

 

Ringraziamo tutti gli scrittori che hanno partecipato, ci auguriamo che anche questo articolo possa aiutarvi ad arricchire il numero dei vostri lettori!

Precedente Un giorno di ordinario narcisismo: Intervista all'autore Giacomo Festi Successivo Fanny O’Lennor: personaggio di "La Melodia della Memoria"

Un commento su “Articolo speciale: una citazione per dirvi grazie!

I commenti sono chiusi.