Amanda: personaggio tratto da “Una sottile vendetta”

Il personaggio che vi presenterò è frutto della fantasia della scrittrice Mariagrazia Perricone ed è tratto dal mio ultimo libro “Una sottile vendetta”

La vera protagonista di questo libro è una bimba che si chiama Margherita la cui nascita dà inizio ad un succedersi di situazioni drammatiche, ma non parlerò di lei, bensì del secondo personaggio che è quello sul quale si basa tutta la storia.

  • Informazioni personaggio: Il suo nome è Amanda. È una giovane donna, dotata di un carattere forte, che non indietreggia mai davanti agli ostacoli che via via incontra, arrivando anche a commettere azioni ignobili e inqualificabilpur di raggiungere i suoi scopi. È una donna molto bella, alta, bionda, avvenente, molto elegante malgrado la sua modesta disponibilità finanziaria, che usa la sua bellezza come un’arma e riesce a destreggiarsi molto bene in tutte le situazioni. Non è sposata e il suo obiettivo primario è il denaro. Per questo motivo seduce il suo datore di lavoro (Roberto Crivelli, sposato da otto anni) arrivando al punto di farsi mettere incinta pur di riuscire a fargli abbandonare la moglie.
  • Dacci qualche dettaglio sulla sua storia, senza fare spoiler: Roberto cederà al suo fascino e abbandonerà la moglie andando ad abitare con Amanda in una lussuosa villa costruita appositamente per lei, in una località fuori città. Una casa bellissima, dotata di tutti i comfort con due persone di servizio, una governante e una tata per la bimba che nascerà. Ma Amanda si stancherà ben presto di fare la mamma e, non sopportando più pianti, pappe e pannolini di una bimba che non ama, ma che ha partorito unicamente per costringere Roberto al divorzio, una sera abbandonerà quella meravigliosa casa lasciando solo Roberto e sua figlia. Roberto piomberà nella disperazione per la fuga di Amanda e perché sa benissimo di non poter crescere una neonata da solo. Amanda conoscerà un altro uomo, ovviamente molto facoltoso, col quale inizierà un rapporto, naturalmente sempre mirando al suo conto in banca.Queste situazioni subiranno una svolta inaspettata quando la madre di Amanda (da lei rinchiusa in un ospizio anni prima) morirà lasciando tutto il suo patrimonio alla figlia di Amanda. In una lettera consegnata al notaio la madre spiegherà che sua figlia l’ha fatta rinchiudere con l’inganno e quindi la disereda, lasciando tutti i suoi averi alla piccola Margherita. Il patrimonio le verrà consegnato al raggiungimento della maggiore età e fino ad allora custodito da un tutore. Amanda, furibonda, cercherà con ogni mezzo di impossessarsi del denaro, arrivando alla menzogna e alle lusinghe di chi ritiene possa aiutarla ma resterà vittima di… Qui non vorrei fare spoiler quindi mi fermo a questo punto.Sarà solo con un atto di estremo coraggio che tutto si avvierà alla logica fine di questa intricata storia.
  • Come è nata l’idea del personaggio? Il personaggio di Amanda si è materializzato nelle mie mani mentre scrivevo. All’inizio non avevo idea dove mi avrebbe portato, ma come ha manipolato gli altri personaggi forse è riuscita a manipolare anche me, costringendomi a scrivere di lei.
  • Link per reperire il tuo libro online: Mondadori Storesu tutte le altre piattaforme on line. Pubblicato da Yoycanprint
  • Link del book trailer: Youtube
  • Copertina: intervista autrice mondadori legal thriller mariagrazia perricone scrittura

© Tutti i diritti riservati a Mariagrazia Perricone

Che ne dite? Il personaggio di Mariagrazia vi ha colpito? Correte a leggere il suo libro!

Precedente Marina Zimmermann: intervista alla scrittrice Successivo Serena Brucculeri: intervista alla scrittrice

2 commenti su “Amanda: personaggio tratto da “Una sottile vendetta”

  1. Amanda è il personaggio che avrei scelto anch’io..mi ha tenuta incollata al libro. Una bella storia, scritta con cura e scorrevolezza. Amanda è tanto fascinosa quanto crudele e senza farsi problemi sulle sue povere “vittime” prosegue nei suoi loschi affari. L’autrice è stata magistrale nel rendere così interessante la vicenda un personaggio tanto negativo. Chi non ha letto questo libro non sa cosa si perso ma chi lo ha fatto SI!!! Buona lettura.

I commenti sono chiusi.