I quattro vincitori della sfida tra sinossi

Sfida tra sinossi: I quattro vincitori

vincitori sfida sinossi quattro autori feltrinelli amazon facebook

In questo articolo riportiamo i vincitori della sfida tra le sinossi dei vostri libri. Questi ultimi sono stati scelti da noi dello staff. Abbiamo preferito quattro sinossi tra le tante che sono state candidate. 

Qui di seguito segnaliamo tutti i dati relativi ai vincitori e alle loro opere. Inoltre, troverete anche un commento dello staff che spiega le motivazioni che ci hanno spinto a sceglierli.

Ci teniamo a precisare che i quattro vincitori sono riportati in ordine casuale.

Ringraziamo tutti gli scrittori che hanno partecipato con entusiasmo e, come sempre, rimaniamo a vostra disposizione per dubbi/chiarimenti.


Vincitori:

Titolo: Lettere fra l’erba – Autrice: Clara Cerri – Link per l’acquistoAmazon 

Sinossi:

Isabella cerca di ricostruire il volto di una madre che non ha mai conosciuto dai ricordi degli amici di lei, dalle lettere di un’amica lontana, dallo stesso bisogno di amore e di bellezza che sente crescere dentro di sé. Lentamente si farà strada tra i rimorsi e i silenzi di suo padre e di tutti quelli che la circondano, attraverso momenti di rabbia e di sconforto, per trovare la sua verità su Ilaria, sua madre, e sulla storia d’amore che ne ha segnato la vita.«Ha perso sua madre, persa e basta, come si perdono i palloncini, e non tutti perché volano in cielo. Ha perso gli anni per vederla invecchiare e lo spettacolo del coraggio che sognava di mostrare, coraggio che doveva arrivare dove non poteva l’amore, solitudine dove il pensiero di poter tornare a essere felici fosse lasciato vivere, in fondo agli occhi, per farli belli e verdi. Ha perso l’infanzia, che è finita. Ma le risate, quante risate ha fatto, quante volte in quattro mesi l’ha fatta ridere quell’uomo che il sogno maldestro ringiovanisce? Forse più di quelle che sua madre immaginava, ed è bello pensarlo».

Commento dello staff: Sinossi emotivamente molto forte, che colpisce il lettore tanto da sentirsi immediatamente partecipe della trama. Nel leggerla ci è venuta voglia di saperne di più e ci ha incuriosito, soprattutto per il modo in cui è scritta: diretta, forte, chiara, senza però rovinare il desiderio di voler conoscere meglio lo svolgimento della narrazione. Ha buoni elementi che fanno da spunto e che donano un input prezioso per qualsiasi autore/lettore.


Titolo: Mosaico – Autrice: Carolina Gregori  – Link per l’acquisto: Eretica Edizioni

Sinossi:
Le liriche che compongono Mosaico sono ambientate in un tempo senza tempo, in un luogo non-luogo, scritte col sangue sui pendii di un paesaggio talvolta rigoglioso e talvolta riarso, a volte glaciale e spesso infuocato: l’anima. Questo senso di vaghezza, come fosse una voce sfumata ed antica, si ode in ogni verso, ed emerge con forza ad ogni pagina, come fragranza lontana di ruggine, avena e miele. Al lettore non resta che chiudere gli occhi e aprire il cuore, prepararsi al salto nell’ignoto, meraviglioso ed atroce, che ogni viaggio impone.

“Sono le mie feroci creature, ma ora che le ho gettate nel mondo te le affido: sono anche tue.”

 Commento dello staff: di sicuro non è facile sintetizzare e generalizzare una totalità di liriche e, ancor di più, non è semplice farlo in questo modo così apprezzabile e positivo. Abbiamo adorato molto questa sinossi e la presentazione di un’opera di cui ci viene dato un assaggio soddisfacente già da queste poche righe. La scrittura e lo stile dell’autrice appaiono immediatamente stimabili e preziosi. Le parole per descrivere e “vendere” questa composizione sono state spese nel migliore dei modi. Complimenti!



Titolo: La Casa dei Sogni – Autrice: Micol Fusca – Link per l’acquisto: IlMIOLIBRO

Sinossi:
Nell’anno 2.136 l’assetto geopolitico del pianeta Terra ha cambiato radicalmente volto. Dopo un’Era Buia, nella quale l’umanità è caduta nella barbarie a causa di guerre e gravi carestie, l’arrivo degli Waters riporta ordine nel caos. Gli alieni provengono da un mondo lontano, un pianeta d’acqua ora morto. Non hanno scopi nascosti e desiderano integrarsi ai terrestri. Offrono aiuto tecnologico e collaborazione in cambio di ospitalità: chiedono di poter stabilire delle colonie nei fondali marini, in prossimità delle grandi fosse oceaniche.
Gli Waters convivono nel massimo rispetto degli spazi umani evitando di palesarsi fisicamente: nei loro spostamenti utilizzano piccole navette ovoidali in grado di celare completamente il loro aspetto.
Dall’unione delle due culture nasce la Casa dei Sogni, una struttura in grado di mettere in diretto contatto psichico le due razze. Jennifer lavora come Sognatrice: è una donna mite, sincera. Riesce a conquistare la fiducia del suo Cliente, un Ministro alieno che manifesta sentimenti umani. Jennifer chiederà a M6RAV il dono più grande: conoscere il suo reale aspetto.
Le due creature, umana e aliena, scoprono d’essere legate da un sentimento fortissimo, capace di cancellare ogni barriera fisica e culturale. Il loro addio è il compimento di un lungo percorso di comprensione reciproca e amore.

Commento dello staff: una sinossi scritta da un’autrice capace, che fin da subito rende evidenti le sue qualità di narratrice. Il mondo che ci viene presentato, benché fantastico o presunto tale, considerata l’era futura trattata, riesce a catturare l’attenzione del lettore, tanto da incuriosirlo. La trama sembra ben costruita e viene facile credere che potrà arricchirsi di varie sfaccettature capaci di intrecciare le vicende e di tenere sulle spine. Insomma, è una sinossi che fa molto bene il suo lavoro e regala uno scorcio di una composizione letteraria presumibilmente molto apprezzabile.


Titolo opera: I dùrmienti – Autore: Francesco Delle Donne – Link per l’acquisto: Feltrinelli

Sinossi:
Dùrmiente è l’anima di Napoli. E dùrmienti sono i protagonisti di questi racconti. Ma quando il corpo della città si risveglia con devastante naturalezza, essi divengono vittime e carnefici del loro personale destino, e del destino di un’intera umanità.
Ettore il cane scappa dalla follia animale e dal letargo mentale della famiglia che lo ospita, e di cui egli è testimone muto, oltre che martire; Nino ricerca la felicità nel ricordo di un odore, fino al giorno in cui, per caso, scopre il tremendo inganno che i sensi e la memoria hanno ordito alleandosi; Spina ‘e rosa si costringe all’immobilità come un Cristo morente nel salotto di casa, mentre una tempesta di rose selvatiche si abbatte come una nemesi sulla città maledetta; Antonio rifugia la sua famiglia in una cava presso la Zona Rossa, nella speranza di sfuggire un destino che sembra invincibile; Giuseppe ha un amico immaginario che sgomina una banda di bulli, consentendogli un sorprendente riscatto sociale; Giovanni osserva la sua città disfarsi e andare alla deriva, ma un risveglio inatteso ricompone il suo sguardo frammentato sul mondo, restituendo speranza alle anime dùrmienti.

Commento dello staff: la trama dei racconti presenti in questo libro sembra racchiudere quelle storie di vera quotidianità che sanno essere genuine, ricche di avvenimenti e apparentemente semplici. In un mondo in cui tutti tentiamo disperatamente di emergere dall’incoerente cerchio della normalità, l’universo trattato in questa narrazione sembra essere proprio ciò di cui abbiamo bisogno. Ci viene presentata la realtà e personaggi molto simili a tutti noi: pieni di aspettative, speranze, gioie, dolori e quella voglia di portarsi in salvo verso un appagamento accostabile alla felicità. La sinossi ci è piaciuta molto e ci ha lasciato in bocca quel sapore di nostalgia misto alla voglia di scoperta che, probabilmente, accompagna facilmente chiunque nella lettura dell’intero testo. Complimenti!

Precedente Samantha Carraro: concorso di scrittura creativa Successivo Anna Pulinaro: concorso di scrittura creativa

2 thoughts on “I quattro vincitori della sfida tra sinossi

  1. Volevo ringraziare di cuore lo staff per aver scelto La Casa dei Sogni. Le sinossi in gara erano una più bella dell’altra, sono sorpresa di aver trovato la mia. Sorpresa e felice, perché vorrei fare della scrittura il mio futuro. Inizio a mettermi in gioco solo ora, alla veneranda età di quasi 50, condividendo i miei mondi e universi. Sono felice che possano essere accolti con tanta empatia.
    Una bella iniezione di autostima, un dono prezioso.
    Grazie a tutti.

  2. Mi unisco a Micol nel piacere e nella sorpresa per essere stata scelta con la mia sinossi di Lettere fra l’erba. E’ stato divertente mettersi in gioco

I commenti sono chiusi.