Pietro Picardi: intervista all’autore

Intervista allo scrittore Pietro Picardipietro picardi amazon self publishing

  • Parlaci di te, autore: Ciao, mi chiamo Pietro Picardi, ho 32 anni (da compiere), vengo da Napoli e sono uno scrittore. La mia passione per la scrittura, non la devo ai libri, bensì a film e Serie TV che ho cominciato a seguire e studiare in tenera età. Infatti, ho partecipato a diversi concorsi di sceneggiatura. Il primo vero scritto, però, risale a circa 13 anni fa, quando ho messo su storia e dialoghi di un fumetto che la mia ragazza ha riportato su tavola. Ai romanzi (come scrittore) mi sono avvicinato 4-5 anni fa, ho iniziato per gioco, ma, adesso, voglio fare sul serio. Il mio autore preferito è Stephen King, ma non disprezzo tanti altri generi, principalmente i fantasy ed i rosa. I miei hobby sono: guardare film e Serie TV, seguire sport (è una lista infinita) e mi affascina la cucina (magari un giorno partecipo a Masterchef…rido).
  • Qual è il titolo del tuo libro? Il titolo del libro è Shadowman. È un fantasy-action-supereroistico.
  • Come è stato pubblicato? L’ho pubblicato in self con Amazon.
  • Link per reperire lo scritto online: Amazon
  • Parlaci della trama: A Metral City, una città metropolitana famosa per l’alto tasso di criminalità, vengono introdotti, nel Dipartimento di Polizia, degli agenti androidi, creati dalla Tortese Corporation, azienda bellica con scopi loschi. Il Corpo di Polizia non prende di buon occhio tale decisione e tra scontri interni e investigazioni per nulla ordinarie, si trova a dover spalleggiare il vigilante che si aggira per le strade e che la gente ha soprannominato Shadowman. Questi, dal canto suo, cerca di fare giustizia, opponendosi a quello che dovrebbe essere il suo destino: salvare la Terra da un’imminente invasione! 
  • Siamo curiosi, come sono nate le idee sulla trama e sui personaggi? Il libro è nato da una costola di un romanzo della mia ragazza, Assunta De Blasio, che voi avete intervistato tempo fa per Legacy. Sono anni che abbiamo in mente di mettere su un mondo di supereroi con poteri e non, e lo stiamo facendo.
  • Parlaci della copertina: La copertina l’ha realizzata la mia ragazza. Sono molto felice di come è venuta, perché trasmette appieno quello che volevo dare come primo impatto: un ragazzo che osserva la città nell’ombra, dando un senso di solitudine e forza allo stesso tempo. 
  • Perché le persone dovrebbero decidere di leggere Shadowman? Beh, innanzitutto, lo consiglio a tutti gli appassionati di fumetti, Serie TV e film inerenti ai supereroi, perché questo libro è ricco di azione e ogni scena, sembra quasi la si stia vedendo su uno schermo. Un altro motivo è l’amore. Ci sono tante storie d’amore in questo romanzo. So che ce ne sono a bizzeffe in giro, ma i miei personaggi non sono sdolcinati come altri, vivono l’amore in tutte le sue sfaccettature, e in nome dell’amore, spesso, ne combinano di guai…

© TUTTI I DIRITTI RISERVATI A PIETRO PICARDI

 

Vi ricordiamo che potete seguirci su: Curiosando – Kaylie Scrittrici – Instagram – Twitter

Precedente Andrea Bindella: Pubblicità al suo blog Successivo Terra 2486: intervista allo scrittore Andrea Bindella