La cimice: perché puzza? Alla scoperta di uno degli odori più sgradevoli.

La cimice verde (Palomena prasina) è caratterizzata da molteplici ghiandole che le ricoprono tutto il corpo. Queste in situazioni di pericolo permettono la secrezione di sostanze che rilasciano cattivi odori. Tale “puzza” viene emessa all’occorrenza come arma di difesa, ma principalmente viene percepita nei casi in cui la cimice viene uccisa.

Per liberarsi di questo spiacevole odore è consigliabile l’utilizzo di rimedi quali l’aceto o il limone.

Anche l’aglio può essere considerato un antiparassitario naturale, specie se impiegato per allontanare le cimici da fiori e piante. Infatti, questi insetti vengono definiti fitofagi: si nutrono per lo più di cibo vegetale come foglie, piante, frutti (…).

 

Precedente Perché la giraffa ha il collo lungo? Successivo La nascita del Quidditch come sport "Babbano"