Ilenia Bilancio: Intervista alla scrittrice

Intervista a Ilenia Bilancio

  • Parlaci di te, autore:  Sono Ilenia, ho 26 anni e scrivo praticamente da sempre, da quando andavo alle elementari (allora facevo a gara con un compagno di classe a chi prendeva il voto più alto nei temi) ai diari adolescenziali di medie e superiori, ai primi racconti ed infine sono approdata recentemente alla scrittura per bambini. Vivo a Verona, mi sono laureata alla magistrale di Editoria e Giornalismo e organizzo laboratori e corsi di scrittura creativa per bambini nelle scuola e presso associazioni locali.
  • Qual è il titolo del tuo libro? Il mio libro ha due titoli perché contiene due storie: una che comincia in un verso e una nell’altro e si incontrano nel mezzo con un gioco dell’oca che unisce i personaggi di entrambi i racconti. I titoli sono “La guerra in mensa” “La Turbocolor 3200”
  • Com’è stato pubblicato? È stato pubblicato da un editore locale “Delmiglio Editore” che ho conosciuto perché il mio attuale ragazzo collabora con lui tramite l’agenzia editoriale presso cui lavora “Pegaso Libri”. L’editore non ha una sua distribuzione, ma appunto si appoggia a questa agenzia che propone i libri nelle scuole primarie e secondarie, quindi anche io posso contare su una distribuzione all’interno dell’ambiente scolastico.
  • Link per reperire il tuo libro online: Il libro è reperibile sul sito dell’editore, costa 5.50 euro.
    Inoltre io gestisco un sito dove pubblico storie, videostorie, idee per lavoretti, idee per rielaborare fiabe classiche e le storie dei bambini con un loro disegno. Ecco la mia pagina su fb.
  • Parlaci della trama del tuo libro:  La storia della mensa parla di un conflitto tra l’esercito della carne guidato da Capitan Bistecca e l’esercito delle verdure guidato dal generale Broccolo che si scontrano per ottenere la supremazia nei piatti dei bambini, ma un giorno vengono scoperti da Ludovico…
    La turbocolor 3200 è invece una navicella spaziale che accompagnerà delle matite terrestri attraverso un viaggio spaziale alla scoperta di nuovi pianeti. Le matite capiranno poi la loro importanza sulla Terra e torneranno ad aiutare i bambini a sconfiggere la Terribile Gomma Annientatutto e il suo esercito…
  • Siamo curiosi, come sono nate le idee sulla trama e sui personaggi? L’idea della storia sugli eserciti del cibo me l’ha suggerita un bambino di 4 elementare durante un pranzo in mensa nella scuola dove l’anno scorso ho svolto il servizio civile, mentre quella delle matite mi è venuta leggendo “La freccia azzurra” di Gianni Rodari, in cui i giocattoli prendono vita.
  • Parlaci delle copertine: le illustrazioni sono state fatte da una giovane e talentuosa disegnatrice Micol Ceoletta, questa è la sua pagina fb.
  • Perché le persone dovrebbero decidere di leggere la tua opera? Perché i piccoli lettori dovrebbero scegliere il mio libro? Credo di aver scritto delle storie divertenti ed originali, il cui fine principale non è quello di compiacere gli adulti che le leggono ai loro bambini, ma di far tornare anche loro piccoli. Il messaggio c’è ed è importante, ma credo di essermi astenuta dal fare una morale, anzi i bambini possono imparare qualcosa affezionandosi ai personaggi che ho creato perché sono buffi e sorprendenti. La cosa principale che dico a tutti i bambini è di lasciar andare la fantasia e l’immaginazione perché ci sono infinite cose da inventare e di cui poter scrivere, e di non preoccuparsi troppo della grammatica, della sintassi o degli orrori di ortografia perché per quello c’è sempre tempo per migliorarsi, mentre, purtroppo, per la fantasia c’è poco tempo perché diventando adulti si perde man mano la capacità di una mente aperta e priva di pregiudizi. Ed é proprio contro questo impoverimento che lotto scrivendo queste storie.

© Tutti i diritti riservati a Ilenia Bilancio

Precedente Micol Fusca: concorso di scrittura creativa Successivo Sfida tra scrittori emergenti: le migliori sinossi!