In Una Galassia Lontana Lontana: libro in uscita

 

Intervista a Rebecca Quasi

rebecca quasi galassia lontana

  • Parlaci di te, autore: Sono una maestra di scuola primaria, ho 46 anni e scrivo da tantissimi anni, talmente tanti che non saprei dire quanti. Scrivo per il piacere di scrivere e perché mi piace tantissimo leggere. Per anni ho chiuso i miei scritti prima nei cassetti e poi nella memoria del mio pc. Recentemente ho conosciuto e “studiato” il selfpublishing e grazie a Streetlib ho rispolverato e pubblicato alcune delle storie che poltrivano nel mio computer.
  • Quale sarà il titolo del tuo libro? Il mio romanzo in uscita si intitolerà “In una galassia lontana lontana…”
  • A quale genere appartiene? Apparterrà al genere romance/vita famigliare.
  • Come verrà pubblicato? Lo pubblicherò con Streetlib, una piattaforma molto versatile che distribuisce su tutti gli store.
  • Data di uscita? Dovrebbe uscire verso la fine di settembre.
  • Se puoi, parlaci della trama del tuo libro: Questo romanzo racconta la storia di un uomo, Giorgio, che ha un figlio adolescente (Emanuele) con una leggera forma di autismo e delle difficoltà che questa relazione comporta. Improvvisamente irrompe nella loro vita una ragazza, Agata, che interagisce con Emanuele con una naturalezza disarmante e ridisegna ogni relazione, comprese le proprie. Il segreto di Agata è che il suo gemello, Dario, è a sua volta autistico e lei, durante l’infanzia è stata il suo veicolo verso il mondo esterno.
  • Come sono nate le idee sulla trama e sui personaggi?  Come insegnante ho avuto tra i miei studenti diversi bambini con diverse forme di autismo. Il loro modo di navigare la realtà, di interagire con essa, di affrontarla e percepirla è al contempo affascinante e disarmante. Il rispetto e la reverenza che nutro per ogni forma di pensiero hanno stimolato l’intreccio di questa storia che cerca di mettere in armonia le ciò che all’apparenza armonioso non è.
  • Perché ritieni la tua opera forte e degna di essere letta? La mia opera non è né forte, né particolarmente degna di essere letta. È una storia d’amore tra un uomo e una donna che si aiutano a vicenda a fare chiarezza nella distanza siderale che talvolta ci separa dagli altri esseri umani.
  • Se ti fa piacere, lasciaci un tuo contatto: [email protected]

 

 

 

 

 

© Tutti i diritti riservati

 

Precedente Il Segreto di Diana: intervista a Nadia Marra Successivo A qualcuno piace tiepido: intervista a Runny Magma