Jordan+April: intervista alla scrittrice Anita S.

Jordan+April

jordan april anita sessa intervista amazon kindle ebook

  • Parlaci di te, autrice: Mi chiamo Anita S., ho 29 anni e sono originaria della Campania. Scrivo praticamente da quando avevo 4 anni, se vogliamo contare il mio nome scribacchiato ovunque, ma quest’anno ho deciso di mettere nero su bianco il mio primo romanzo dopo quattro anni passati a scrivere fan fiction.
  • Qual è il titolo del tuo libro? Il titolo del mio libro è “Jordan+April”, una semplice unione dei nomi dei due protagonisti.
  • A quale genere appartiene? Definire il genere di questo romanzo lo trovo sempre complicato. Di certo è un romance. Un erotic romance, anche se la parte erotica passa in secondo piano rispetto alla storia d’amore. Un New Adult, forse. Io dico sempre che si tratta di una storia d’amore prima di tutto, ma di quelle per romantici fino in fondo all’anima, che ti fa piangere, sorridere, imprecare, sognare ad occhi aperti e, perché no, accaldarti quando c’è bisogno di accaldarsi.
  • Come è stato pubblicato? Non ho tentato la strada delle case editrici, non perché non mi sarebbe piaciuto avere alle spalle un colosso che valutasse positivamente il mio lavoro e lo pubblicizzasse a dovere, magari limando quelle imperfezioni che, volenti o nolenti, ci sono sempre nelle pubblicazioni self. Però ad essere sincera non condivido molto la politica delle case editrici rispetto a questo genere di romanzi. Troppo spesso si ha l’impressione di trovarsi di fronte a “romanzetti scritti in serie”. Impressione che, fortunatamente, nella maggior parte dei casi si rivela errata. Fortunatamente ci sono piattaforme che ti consentono di gestire al meglio il tuo lavoro. Io ho scelto Amazon e ho anche avuto la fortuna di poter collaborare con una editor, Anna Russo, che mi ha dato una grossa mano nello strutturare il romanzo. Per il resto ho la possibilità di gestire tutto in autonomia e mi piace, devo essere onesta.
  • Link per reperire il tuo libro: A questo link è possibile acquistare il romanzo “Jordan+April”. Lo trovate in versione ebook Kindle (2.99 euro), cartaceo (9.98 euro) e gratis per gli abbonati a Kindle Unlimited. Inoltre è possibile acquistarlo anche tramite i circuiti “Librerie Giunti al Punto” e acquisire i punti fedeltà se si è possessori della Giunti Card.
  • Parlaci della trama del tuo libro: I protagonisti del mio romanzo sono Jordan Dubois, un professore universitario di 34 anni, e April Spector, una studentessa di 24 anni. Jordan e April si incontrano in un locale una sera e, seppure non si conoscono, passano insieme la notte, condividendo un momento di passione frenetica che li lascia smaniosi e desiderosi di averne di più. Tuttavia, se pure Jordan torna in sala a cercare April, sembra siano destinati a non incontrarsi più. Il destino, a questo punto, ci mette lo zampino e pure qualcos’altro, perché il giorno dopo, in aula, Jordan si ritrova April seduta tra i banchi ad ascoltare la prima lezione del suo seminario e appena qualche giorno dopo scopre che una delle sue nuove vicine è proprio April. La sfida, da questo punto in poi, diventa quella di non cedere al desiderio che scorre nelle vene di entrambi. Senza contare le difficoltà della vita dell’uno e dell’altra: Jordan ha alle spalle un matrimonio finito in tragedia, con sua moglie Julie che ha tentato il suicidio, April sta invece scappando da un padre padrone che è convinto di poter decidere della sua vita come meglio crede. Il loro rapporto è come un vorticoso giro sulle montagne russe, peno di alti, bassi e colpi di scena che non vorrete perdervi.
  • Come ti è venuta in mente l’idea sulla trama e sui personaggi? La trama di questo libro è venuta fuori un pezzo per volta. Sembrerà strano, ma non sono una di quelle riesce a strutturare un intero romanzo e poi lo inizia a scrivere. Di solito mi lascio trasportare dall’istinto. Scrivere mi viene naturale e se mi metto al pc, dopo due ore ho pronto un capitolo intero. Ma fino a quando non inizio a digitare sulla tastiera non so mai dove sto andando e dove sto portando i miei personaggi. Per Jordan e April, invece, ho trovato ispirazione (fisicamente parlando) in due attori che amo molto: Patrick J.Adams e Nina Dobrev. Caratterialmente, invece, entrambi si portano dietro il fardello del mio carattere. Jordan ha la mia praticità, il fatto di non aspettarsi niente dalla vita dopo aver superato una profonda delusione d’amore. E’ come se fosse convinto di aver avuto la sua occasione nella vita e non si aspetta né cerca un altro grande amore. A April, invece, ho regalato la mia testardaggine e la mia impulsività, ma anche la mia onestà e sincerità nei rapporti con le persone che amo. E forse, sì, il senso del sacrificio di se stessi. Oltre a Jordan e April il libro è arricchito con una miriade di altri personaggi. Il padre di April, perfido con sua figlia, a cui fa da contraltare la madre di Jordan, sempre pronta ad appoggiare suo figlio. Amy e Lauren, le migliori amiche di April, che intrecciano una relazione con Mike, il migliore amico di Jordan, di professione avvocato, che esce da un divorzio condito di gravidanza. E poi Christine, collega di Jordan ed ex amante per una notte, allegra, disincantata e vivace.
  • Perché le persone dovrebbero decidere di leggere la tua opera? Ora, perché qualcuno dovrebbe decidere di prendere in mano questo libro? Per sognare per qualche ora, forse. Per sorridere, piangere, urlare contro le pagine quando verrà loro voglia di sbattere le teste di April e Jordan l’uno contro l’altra. Per credere ancora una volta nell’amore, soprattutto. Per vivere, attraverso le 190 pagine di questo romanzo, la ricerca del lieto fine in un percorso fatto di commozione, crescita personale, sacrificio e passione.

© Tutti i diritti riservatI alla scrittrice Anita S.

Precedente Alchidìon, L’Anima del Drago: intervista alla scrittrice Successivo L'ultimo battito del cuore